Camporosso, Riviera ligure di Ponente, Liguria

Camporosso

   

Il territorio di Camporosso è ubicato nella Riviera dei Fiori tra Sanremo e Montecarlo, dove si affaccia sul mar Ligure per un breve tratto di circa 300 m, quest'ultimo tra i meno estesi d'Italia. Si estende nell'ampio fondovalle alluvionale alla destra del torrente Nervia e ai piedi della dorsale collinare che divide dalla valle del Roia.
Nel territorio comunale camporossino è preservata un'oasi naturalistica e faunistica, sito di interesse comunitario, posta alla foce del torrente Nervia.

Il toponimo Camporosso deriva dal latino Campus Rubeus riconducibile ai boschi di oleandri rossi, lungo le rive del torrente Nervia. Altre deduzioni fanno inoltre presupporre il significato del nome al colore rossiccio del terreno.

Tra i luoghi di interesse da visitare troviamo la Chiesa parrocchiale di San Marco Evangelista nel centro storico. Fu costruita nel XV secolo ed ampliata nel Settecento. Il campanile del XIX secolo è stato recentemente restaurato. All'interno sono presenti diversi polittici e una statua in legno raffigurante San Marco del XVI secolo.
L'Oratorio dei Neri (o del Suffragio). L'edificio è situato sul fondo di piazza Garibaldi, la piazza principale del centro storico di Camporosso, ed è preceduto da un'ampia scalinata con doppia balaustra incurvata. Sulla facciata è collocato, dal 1787, l'orologio della vicina chiesa parrocchiale di San Marco.
Chiesa di San Pietro, risalente all'XI secolo, adiacente al cimitero, è una struttura in stile romanico a una sola navata con abside semicirolare; l'edificio fu in seguito ampliato aggiungendo una nuova navata laterale.
Oratorio dei Bianchi (o dell'Annunziata), risalente al XVI secolo, ornato da un campanile triangolare e da affrescature interne databili al Seicento.
La Chiesa parrocchiale della Santissima Trinità nella frazione di Trinità, del 1689.