Cervo, Riviera ligure di Ponente, Liguria

Cervo

   

Cervo è una delle località più suggestive della Riviera di Ponente. Sopra il groviglio di case medievali arroccato su un promontorio si innalza slanciata la chiesa barocca di San Giovanni Battista, dal cui sagrato si gode uno splendido panorama della costa. La preziosa facciata dai delicati colori pastello e adornata di pregevoli stucchi si può scorgere a chilometri di distanza. E' considerata una tra le opere più significative del barocco ligure. Fu eretta a partire dal 1686 su progetto di Giovanni Battista Marvaldi. Nella parte alta della facciata si scorge la rappresentazione di un cervo. Gli interni risalgono al XVIII secolo.
Le strette viuzze e le ripide scalinate del borgo offrono meravigliosi scorci sul mare.

La prima citazione scritta del centro risale al XI secolo, ma probabilmente l'insediamento esisteva già in precedenza. Così come per la vicina Diano Marina anche il nome di questa località è legato al culto di Diana, la dea romana legata alla caccia, il cui animale preferito era proprio il Cervo.
Nel XIII secolo Genova ordinò la costruzione di una cinta muraria dotata di torri che consentissero di controllare la strada costiera.
In passato gli uomini del posto si specializzarono nella pesca del corallo utilizzando delle barche attrezzate a questo scopo, le coralline, con le quali arrivarono a toccare il nord Africa e le Baleari. Questa tradizione rivive oggi nel Museo Etnografico del Ponente Ligure.
Furono proprio i ricavi derivanti dal corallo a finanziare la costruzione della chiesa.

Poco più in basso di San Giovanni Battista si trova l'Oratorio di Santa Caterina, del XIII secolo, con un bel portale in stile romanico-gotico e il settecentesco Palazzo Morchio, oggi sede del Municipio.