San Bartolomeo al Mare, Riviera ligure di Ponente, Liguria
San Bartolomeo al Mare

La città è tra le principali mete turistiche della Riviera. E' divisa in tre frazioni nella Valle Steria: San Bartolomeo, Pairola e Chiappa.

San Bartolomeo ospita la Fiera della Rovere, una delle più antiche del Ponente Ligure, che ha sempre visto una notevole frequentazione di popolani provenienti dai territori circostanti e dal basso Piemonte. Da secoli essa si svolge annualmente nei giorni 2 e 3 febbraio nelle aree pubbliche limitrofe al Santuario di Nostra Signora della Rovere, dove nella stessa data viene solennemente festeggiata la solennità della Purificazione. In questo grande mercato all'aperto si trova esposto e si vende di tutto, dagli animali domestici e da lavoro alle sementi, alle piante, ai prodotti agricoli, nonché ad oggetti di artigianato e antiquariato. Da circa un lustro il 25 agosto viene festeggiato il Natale d'estate,in via della Resistenza (nella parta più vicina alle spiagge), dove viene allestita una vera e propria fiera con banchetti che espongono prodotti artigianali e prodotti agroalimentari tipici del luogo. Inoltre la presenza di una slitta con Babbo Natale e un'artefatta nevicata nelle prime ore della serata, creano un'atmosfera natalizia a tutti gli effetti.

Seppur piccola la cittadina offre diversi monumenti da visitare.
Santuario di Nostra Signora della Rovere. Il santuario, secondo alcune fonti storiche, potrebbe essere risalente al XIV secolo, ma l'originaria struttura fu completamente modificata nel XVI secolo. L'interno, a pianta longitudinale, è costituito da tre navate e numerosi pilastri disposti irregolarmente nella divisione delle navate quasi a dimostrare le continue modifiche strutturali che la chiesa subì nei secoli successivi. La facciata esterna, progettata e disegnata dall'architetto locale Angelo Ardissone, è stata rifatta nel corso del 1860 e presenta un antico portale in ardesia datato al 1553 raffigurante l'Annunciazione. All'interno sono custodite diverse opere pittoriche e scultoree per lo più ritraenti l'effige della Vergine Maria. Tra le opere più pregiate vi sono un dipinto ad olio su tavola di scuola fiamminga del XVI secolo, parte di un trittico del 1578, una statua in legno e un crocifisso in legno di ulivo del XV secolo sopra l'altare destro. Il campanile è del 1602.
Chiesa di San Bartolomeo. La parrocchiale è situata nell'omonima borgata da cui il Comune trae la denominazione e la sede municipale. L'originale struttura fu risalente al tardo medioevo, ma il tremendo terremoto del 1887 che sconvolse le valli Dianesi (Terremoto di Diano Marina) cancellò definitivamente il primario stile architettonico conservandone solamente il campanile del XIV secolo. All'interno sono custoditi opere di pregio tra le quali una fonte battesimale marmorea del 1483. Tra i dipinti conservati vi si trovano il polittico ritraente l'apostolo Bartolomeo e Santi di Raffaello e Giulio de Rossi del 1562 e due tele raffiguranti la Vergine Maria.
Chiesa della Madonna della Neve. Sita nella borgata di Pairola, la chiesa fu realizzata nel corso del Seicento. L'adiacente campanile è stato realizzato tra il 1754 e il 1773 ad opera dell'architetto Filippo Marvaldi. All'interno della chiesa è conservata una statua lignea raffigurante la Madonna della Neve del 1770 e un omonimo affresco.
Chiesa dei santi Giacomo e Mauro. Originariamente nel borgo rurale di Chiappa fu eretto nel Seicento un oratorio dedicato a san Mauro e sarà solo dopo l'elevazione a chiesa parrocchiale che l'edificio cambiò nell'attuale intitolazione verso i santi Giacomo e Mauro. All'interno è presente una statua in marmo ritraente la Madonna del Rosario.
Oratorio di sant'Anna. Situato nella borgata di Poiolo, l'oratorio fu costruito nel XVI secolo. Al suo interno è custodito un polittico, realizzato tra il 1558 e il 1568, raffigurante la Vergine Maria con l'apostolo Bartolomeo e sant'Anna. L'opera è stata realizzata dal pittore Giulio De Rossi.