Rapallo, Riviera ligure di Levante, Liguria

Rapallo

   

La capitale turistica del Levante conserva tutto il fascino dell'antico borgo, immerso una città ricca di attrattive e pulsante.
Rapallo venne scoperta come località turistica nella seconda metà del XIX secolo, epoca a cui risalgono gli alberghi d'epoca, i caffè e le palazzine che si affacciano lungo viale Vittorio Veneto ornato di splendide palme. Tuttavia già prima della Seconda Guerra Mondiale la cittadina godeva il favore di numerosi artisti e personaggi illustri come Herman Hesse, Gerhart Hauptmann ed Ernest Hemingway. Nell'inverno tra il 1882 e il 1883 Friedrich Nietzsche vi compose la prima parte di Così parò Zaratustra.

Oggi Rapallo è una vivace stazione turistica grazie alla ricchezza della sua offerta balneare, sportiva e di svago.

Il ponte di Annibale, a un'unica arcata e che sorge sull'omonima via, è di origine alto medievale e univa le sponde di un torrente che oggi non scorre più qui.
Alla chiesa di Santo Stefano, ritenuta la prima pieve del borgo, è stata affiancata la torre civica del XV secolo.
All'estremità orientale del lungomare si staglia il castello, costruito nel 1550 per difendere la località dalle incursioni dei pirati è diventato il simbolo della città. Oggi ospita mostre d'arte e attività culturali.
In piazza Martiri della Libertà si trova il chiosco della banda cittadina, risalente all'inizio del XIX secolo, che testimonia il vecchio turismo d'élite e riporta sul soffitto soggetti musicali e ritratti in stile liberty di famosi compositori.
Sulle colline si trova il Santuario della Madonna di Montallegro, raggiungibile anche grazie a una funivia panoramica da via Castagneto, l'edificio eretto nel 1558 nel luogo in cui la Vergine era apparsa a un contadino al quale aveva lasciato in dono un'icona della Domitio Virginis proveniente dalla Grecia e oggi conservata sull'altare maggiore. Il Santuario vanta una ricca collezione di ex-voto. Dal sagra si gode un'incantevole vista sul Golfo del Tigullio.