Santo Stefano d'Aveto, Riviera ligure di Levante, Liguria

Santo Stefano d'Aveto

   

Nella val d'Aveto, nei pressi del fiume Aveto, si adagia Santo Stefano in una conca alpestre dominata dalla sommità del monte Maggiorasca e del monte Bue, a 1012 metri sul livello del mare.
Lugo ideale per escursioni naturalistiche durante la bella stagione verso il monte Groppo Rosso (1592 m), al monte Roncalla (1658 m), al Maggiorasca, al monte Penna (1735 m) e al monte Aiona (1702 m).
L'intero territorio comunale fa parte del Parco naturale regionale dell'Aveto.

Nel Santuario della Madonna di Guadalupe viene conservata un'immagine della Santa portata nel santuario nel 1804 dalla chiesa di San Pietro in Piacenza. Il santuario conserva dal 1811 anche una tela che raffigura la Vergine donata all'edificio dal cardinale Giuseppe Maria Doria Pamphili, segretario di Stato di papa Pio VII. Si narra che questa tela fosse sulle navi del suo antenato Andrea Doria nel 1571, durante la Battaglia di Lepanto. Il quadro, copia dell'immagine impressa sulla tilma, gli era stato donato all'ammiraglio dal re di Spagna Filippo II. La chiesa di stile gotico toscano fu ricostruita nel 1928 in sostituzione della vecchia settecentesca di cui rimane il campanile. L'altare maggiore espone ai lati del vecchio quadro due pale dedicate a Santo Stefano ed a Santa Maria Maddalena. Le parti in legno sono state eseguite da maestri della Val Gardena.

La chiesa di Santa Maria Assunta, nella frazione di Allegrezze, risale al 1287. Sul muro della vasca battesimale un affresco raffigura il Battesimo di Gesù di pittore sconosciuto, ma forse risalente al Cinquecento.

La cappella del Sacro Cuore di Gesù, nella frazione di Ascona, è stata edificata nel 1974. Come scritto sulla targa commemorativa una donna, Barattini Ida, volle la costruzione di quella cappella proprio nel luogo da cui per la prima volta sulla carrozzabile si intravede fra gli alberi il paese. La cappella è meta di sosta e preghiera, soprattutto fra gli anziani del luogo che nei pomeriggi di sole si recano a piedi a questa cappella per porre fiori e recitare il rosario.

Il Castello di Santo Stefano d'Aveto, a forma di pentagono irregolare, è considerata una delle più interessanti opere difensive della provincia genovese e della Liguria. Il castello è collocato al centro dell'ampia conca alle pendici del monte Maggiorasca.